Il freddo sta arrivando: la pelle sta seccando!! SOS Pelle delicata

John Donne recitava

nessuna bellezza di primavera, nessuna bellezza estiva ha la grazia che ho visto in un volto autunnale

Se volessimo considerare questo volto autunnale come quello di una dolce fanciulla, sicuramente anche in lei troveremmo i segni di una pelle di pesca sofferente.

Oggi, come avrete capito, si parla di basse temperature e pelli delicate che soffrono al primo cenno di freddo. Ormai è ottobre e molte di noi hanno già fatto la corsa agli armamenti per proteggere il viso dalle intemperie. Essendo io fatta al 99% di delicatezza vorrei parlarvi di come cerco di ovviare a questi problemi e di quali prodotti sto utilizzando in questo periodo.

Prima di tutto andiamo come i gamberi e partiamo da un’attività che tutte noi odiamo: STRUCCARSI.

La cosa peggiore che si possa mai fare è lasciare il make up sul viso e andare a dormire. NON LO FATE. MAI. NEVER. La pelle ha bisogno di essere curata, sempre. Sento molte ragazze lamentarsi di avere varie imperfezioni, ma le stesse ragazze brontolone sono quelle che poi si struccano in modo approssimativo e non utilizzano prodotti adatti; e magari non applicano nemmeno la crema.

☆ Vi racconto come procedo io (partendo dalla sera) ☆

Ora che le temperature si sono abbassate ho iniziato a struccare gli occhi con l’olio; nelle stagini calde ho una pelle mista ma in inverno è estremamente secca. In base a ciò che ho sotto mano uso l’olio di cocco oppure quello di oliva: ne metto una quantità generosa (sempre nei limiti) su un batuffolo di cotone e strucco gli occhi delicatamente. Per eliminare il trucco residuo dagli occhi e per pulire il viso in generale utilizzo un ‘ latte tonico 2 in 1 struccante Hydra Avena ‘ del brand Bio Phytorelax. Vi consiglio di dare un’occhiata a questo brand perché i prezzi non sono male e il prodotto è valido (per ora sto provando solo due prodotti della linea Hydra Avena).

N.B. Io tendo a truccare principalmente la zona occhi – guance, il viso resta abbastanza naturale

Lavato il viso passo alle creme; prima però lavo i denti in modo che la crema sulle labbra non vada via. In questo passaggio utilizzo due creme: il burro di karitè puro e la crema per pelli secche e disidratate di Bio Phytorelax della linea Hydro Avena. Ho accostato i due utilizzi in quanto le creme separatamente erano buone ma solo per specifiche zone del mio viso; unendole ho ottenuto il giusto risultato.

Inizio con il burro e lo applico sulla zona del naso, contorno occhi e labbra; poi applico l’altra crema su fronte, lati del viso e mento. Ho notato buoni risultati fin da subito: da un naso estremamente screpolato la situazione è nettamente migliorata!

Per quanto riguarda la detersione mattutina diminuisco leggermente le dosi del burro per evitare che mi dia problemi con l’applicazione del makeup.

Il costo dei prodotti che uso è il seguente:

Burro di karite puro

Brand Vittoria Verde, speciale per pelli sensibili (senza profumo) e arricchito con vitamina E; costato 13 euro (100 ml) presso la profumeria Beauty Star

Tonico viso 2 in 1

Brand Bio Phytorelax, specifico per pelli secche e delicate, costo 8.90 euro (200 ml) presso la profumeria Tulipano

Crema pelli secche e disidratate

Brand Bio Phytorelax, idratazione intensa 24+, costo 11.90 euro ( 50 ml) presso la profumeria Dm

I prezzi possono variare; la crema, per esempio,ha un costo maggiore nelle profumerie Tulipano e Oviesse. Dovete essere brave a scovare i prezzi migliori!!

In generale quello che faccio è questo: utilizzare prodotti buoni e accostarli per un miglior risultato. Lo stesso vale per il make up; cerco di privilegiare prodotti per il viso che siano il più possibile naturali e mi lascio lo sgarro solo per i prodotti occhi e labbra.

Ricordate sempre che ogni pelle è diversa, così come ognuna di noi ha un bisogno diverso, ma spero comunque di essere stata di aiuto a qualcuno.

Passo e chiudo. Alla prossima !

Se ancora non lo avete fatto, seguitemi su instagram: voyageavecsophie

ByeBye

Annunci

Capelli lunghi in estate: come domare la chioma?

Heelloo buona Domenica!!

Sembra quasi strano riprendere a scrivere nel mio piccolo spazio. Ormai non ha nemmeno senso che io dica cose del tipo ” I’m back!! ” perché non sarei sincera; in questi mesi ho vissuto tante cose e nei mesi a seguire ne vivrò altre ancora più intense. Se un po’ mi seguite sapete che l’università mi tiene legata ( ancora per poco!!) e finché quel capitolo di vita non sarà chiuso e completato io non sarò libera di dedicarmi al mio futuro e ai miei plans. Quindi per ora lascio che sbuchi un post ogni tanto, sperando sempre di essere d’aiuto!!

Dopo questa introduzione, decisamente noiosa, passiamo al sodo: oggi parlo di ~capelli~ e di come domarli con il caldo o, almeno, come io gestisco i miei.

Prodotti

Partiamo dalle basi: c’è chi è più fortunato e chi meno ma in generale i capelli non sono belli per grazia di qualche divinità, bisogna prendersene cura utilizzando anche i prodotti giusti. Per esperienza personale vi dico anche che la vostra salute incide su quella dei vostri capelli, a quel punto però non spendete soldi in farmacia per shampoo che vi faranno solo perdere soldi e tempo illudendovi e basta; provate piuttosto prodotti naturali con ingredienti naturali e specifici in base alle vostre esigenze.

Da molto tempo come shampoo utilizzo uno purificante del marchio Natyr (ve ne avevo già parlato in un vecchio post sui capelli) e ormai sono un paio di anni che ne sono consumatrice fedele. Vi invito a dare un’occhiata al link e ai vari prodotti del brand, ne ho provati diversi e mi sono sempre trovata bene; inoltre si tratta di un brand legato al commercio equo e solidale e ciò ne garantisce ancora di più la presenza di elementi naturali.

Per quanto riguarda le lunghezze sono più free, solitamente utilizzo lo shampoo per capelli chiari della Garnier (esclusivamente solo sulle lunghezze) abbinato al balsamo della stessa linea.

Il mio cavallo di battaglia è il fedelissimo olio di cocco puro; lo trovate tranquillamente in qualsiasi supermercato, basta assicurarsi che sia puro. Dopo ogni lavaggio ne applico un po’ prima dell’asciugatura e un po’ (principalmente sulle punte) a capelli asciutti. Quest’olio rende i capelli estremamente morbidi, lucenti e profumati!! Inoltre si può usare come struccante, come prodotto da rasatura e come olio corpo.

Sistemi anti-caldo

Il caldo non deve impedirci di avere bei capelli!! In estate io ci do’ dentro con le trecce, di ogni tipo. In questo modo riesco anche a dare una forma ben definita ai capelli nel caso in cui volessi lasciarli sciolti (consiglio di lavarli e fare la treccia prima di andare a dormire in modo da lasciare in posa tutta la notte e svegliarsi con delle super onde come da foto). Nell’ultimo periodo sto provando un prodotto specifico per preparare i capelli alla treccia, non è male ma lo sto ancora testando. Vi lascio qui sotto qualche foto sulle ultime acconciature anti-caldo che ho fatto:

A questo punto spero di avervi illuminato e dato qualche consiglio, vi invito a seguirmi su instagram (voyagravecsophie), dove sono più attiva, e vi aspetto alla prossima !!

N.B. Da poco ho creato un profilo Depop per vendere alcune cose e far respirare gli armadi (eheh), se volete seguirmi mi trovate come < andreasophie8 >.

ByeBye

Kiko eye pencil – Asian Touch

Uggioso giovedì, un nuovo mese inizia e gli esami non finiscono mai! In ogni caso volevo ritagliarmi lo stesso un po’ di tempo per parlarvi di un recente acquisto di questi saldi 2018. Ho molte idee in mente per voi ma l’università mi risucchia, ormai ve lo dico sempre!

Dedichiamoci ora al tema di oggi:

È un prodotto che sicuramente conoscete e/o avrete già provato ma ritengo sia sempre carino condividere le proprie esperienze!

Il prodotto in questione è la matita occhi di Kiko, n. 03, della collezione Asian Touch. L’ho trovata in saldo a meno di 3€ se ben ricordo e non ho potuto resistere alla curiosità di provarla., avendo anche visto e letto varie recensioni non avevo scelta!

La matita si presenta con questa forma allungata e appuntita sulla parte finale, un po’ vintage, e con un elegante tappo dorato. La mia è nera e devo dire che qui si tratta di un black intenso, perfetto per trucchi pesanti ma anche per qualcosa di minimal; dona profondità allo sguardo e la punta morbida la rende di facile utilizzo.

Io l’ho accostata ad un rossetto rosso, il mio preferito, e ad un mascara allungante; ho utilizzato solo un po’ di matita bianca all’interno dell’occhio per renderlo ancora più ampio.

Ho tenuto il trucco tutto il giorno e devo dire che la ricomprerei; l’unica pecca è il rilascio di un po’ di nero sulla palpebra ma direi che basta coprire la linea con un po’ di ombretto nero e dovrebbe fissarsi bene.

Questo è tutto!! Se volete sapere di più sul rossetto seguitemi su Instagram {voyageavecsophie} e troverete news live. Fatemi sapere se avete provato questa matita e se anche voi vi siete trovate bene!

Byebye

Review: Ci vediamo un giorno di questi – Federica Bosco

Nuovo anno, nuove idee che spero di rendere concrete. Intanto voglio cercare di tornare attiva, anche se l’ultimo anno di università mi sta mettendo a dura prova ! Spero abbiate passato delle buone feste, e che abbiate letto qualche libro, perché oggi vi parlo proprio di questo.

Prima di natale ho dato la mia ‘ lista di libri da comprare’ a mio papà e gli ho detto : <<Questa è la lista, scegli tu >>, desiderandoli tutti mi era difficile sceglierne solo due e poi la sorpresa ci sta sempre! E così oggi sono qui a parlarvi di uno dei libri che ho ricevuto e letto quasi subito, nonostante gli esami stressanti.

Il libro in questione si intitola ”Ci vediamo un giorno di questi”, scritto da Federica Bosco e ambientato in Italia, Genova precisamente.

Da dove iniziare? Avevo inserito questo testo nella mia wish list perché dalla descrizione della trama uno dei personaggi sembrava rappresentare alcuni aspetti del mio carattere e credevo avrei avuto qualche insegnamento stimolante leggendo il libro.

Aspettative forse un po’ lontane dal vero messaggio che è in realtà contenuto. Fin dall’inizio l’immagine che ci viene descritta è di due amiche, le protagoniste dell’intera vicenda. Una molto aperta, solare, socievole e senza limiti e l’altra molto insicura, timida, soffocata dalla vita abitudinaria di cui lei accetta ogni cosa. Fino ad un certo punto. Le vite di una e dell’altra verranno scosse per diverse situazioni che di certo non voglio raccontarvi ma che hanno reso la mia lettura ricca di angoscia e tristezza e, sì, anche di qualche risata dai. Di certo non mi aspettavo una trama così movimentata e magari ho scelto un momento per me troppo pieno e poco stabile per mettermi a leggere questo testo e, forse, se avessi capito che la vicenda seguiva questa strada, non lo avrei nemmeno comprato. Non adesso almeno.

A me piacciono i libri che mi danno un insegnamento e che mi stimolano a migliorare qualcosa in me o nella mia vita ma se lo fanno descrivendo una situazione negativa dietro l’altra non fanno altro che lasciarmi un senso di ansia, che di certo non mi serve!
E’ giusto che vengano mostrate delle situazioni che purtroppo si avverano continuamente nella vita reale, tanto che la vicenda è ispirata ad un evento accaduto realmente alla scrittrice, ma credo che avrebbero dovuto sviluppare la trama in modo tale da far sapere al lettore qualcosa di più utile.

Ripeto, sono una persona molto emotiva e magari non ho scelto il momento migliore per la lettura ma io non ho mai pianto così tanto per un libro come mi è capitato con questo. Mi ha scosso parecchio. I libri horror sappiamo che sono esagerati e va bene, ma qui sono descritte emozioni, negative e anche positive, che chiunque di noi può aver vissuto e questo può portare a vivere la lettura in un modo diverso.

In generale ho notato qualche errore di scrittura ma nulla di grave, però non so se consiglierei questo libro. Alcune parti mi sembravano descritte con troppa velocità, passi da un anno all’altro senza rendertene conto e tutto scorre con te, lettore, che non sai cosa succederà.

Se siete ”tipe toste”, e nulla vi smuove, allora leggetelo. Lo consiglio a chi ha il cuore leggero, a chi non ha pensieri e situazioni che pesano, a chi è tanto forte da non farsi toccare da determinate situazioni. E’ un libro che prende; nonostante l’angoscia volevo assolutamente sapere come si evolvevano i fatti e in tre sere l’ho finito, tra un pacchetto di fazzoletti e l’altro ! Inoltre il messaggio finale è davvero bello e significativo, da tenere da conto.

Spero abbiate apprezzato la sincerità., vi ho descritto le mie sensazioni a cuore aperto perché mi ha proprio scosso come testo, sono troppo emotiva!! Vi lascio il link di amazon per dare un’occhiata.

ByeBye

7e7ad4306990700d3194ca5a916f2014148849557.png

SIX Apps for being active with Languages

Hi everyone! I’m so sorry it’s quite a lot that I’m not present here but life goes on and time too. Too many things to orginize, there should be 30h in a day!

Btw, today I want to focus on a topic that is really important for me:

• • L A N G U A G E S • •

I can see you being already bored. No no no guys, I’m sure not all of you like speaking a language but we should really understand how important it is. I won’t discuss it here, though. I’m just going to list the apps I frequently use and I can suggest you use. I gave each app a star, from 1 to 5.

DUOLINGO

I became completely obsessed with this app. I just love it! You can choose as many languages as you want, starting with an A1 level (zero) or with the level the initial text is going to give you if you have already studied the language.

First you must fix a daily goal, from 5 minutes to 20 more or less, in order to be sure of having a constant activity . The exercises include writing, listening and speaking part plus little exercises for the vocabulary. If you don’t train as you fixed: the nice owl of DUOLINGO is going to tell you how bad you are. I’m not joking. Go studying!!

This app is really useful if you don’t have time for studying using books or attending a specific course. I use it for Spanish, I really had no time for being constant with the self-study. Since I started using this app it is easier for me to be active in my learning, and in a funny way. You don’t need enough time, just that much a day!!

N.B. At the moment I don’t need a high level of Spanish, basics are enough. Of course, apps are useful for keeping your mind trained, a course would give you a complete view of everything.

SophieStars ☆☆☆☆☆

TANDEM

This app allows you to talk to people from the countries you choose, speaking in the language you prefer, learning having a concrete feedback. Great!!

There is a thing that you have to keep in mind: some people use it as Tinder, you all know what kind of app it is. So, It will be not so unbelievable to find stupid boys.

I still use it but actually I didn’t get new words or something new to learn thanks someone, just had few talks with no benefits.

SophieStars ☆☆

BELINGUAPP

This app consists of a list of books that you can listen to, in the language you need. You won’t find best sellers but even a short story could be helpful. Have a look!

During the listening you can follow the written part and have the text in both language, so that you can check easily where you don’t understand.

SophieStars ☆☆☆

BBC NEWS

BBC is taking a part of my heart. Thank to this app I can listen to the news every morning. So that I get used of the accent more and more. Well, of course you have articles to read too. The perfect combo!!

SophieStars ☆☆☆☆☆

BBC LEARNING ENGLISH

I told you already, it’s a part of my heart. This app has only listening parts; you have short stories or dialogues that you can listen to limitless. Then you can check what you have understood with the text provided. That is amazing!!

Of course, if you don’t need listening exercises this app is not for you. For those of you that have an exam with listening: try it and follow BBC news too!! I’m preparing my CAE with them!! Trust a poor student of foreign languages.

SophieStars ☆☆☆☆☆

DW

Let’s move to German now. This is the app of Die Welle news; it has articles and videos. Actually I didn’t used it a lot but as far as I can see it to could be useful. I suggest you use more the website of DW, you find many exercises of any kind and for all levels.

No stars for this app for now. I give ☆☆☆☆☆ to the website

So, that’s all for today. Hope you enjoyed and found a help!! Let me know what you think, if you tried some of these apps and how much they helped you.

Stay tuned,